dietapuerari.it

Le bombe di pane

"Le bóombe de páan"

Ingredienti per 4 persone:

4 pani raffermi
2 uova
2 bicchieri di latte
50 gr. di pane grattugiato
1 Kg. di strutto per friggere

Preparazione

Togliere le croste al pane raffermo indi triturarlo grossolanamente e metterlo in ammollo nel latte nel quale preventivamente saranno state sbattute le uova. Quando il pane avrà assorbito il liquido lavorarlo con un cucchiaio di legno indi farne delle pallottoline di 4 o 5 centimetri di diametro (se non risultassero abbastanza consistenti aggiungere pane), ricoprirle con il pane grattugiato e farle friggere nello strutto, che nel frattempo sarà stato portato a temperatura in un idoneo recipiente. Una volta che risultino ben dorate, toglierle e deporle su un foglio di carta assorbente. Servirle calde.

Difficoltà
Preparazione
Cottura
Costo
Servire

nessuna

30 minuti

15 minuti

basso

caldo

Abbinamenti

Si possono gustare con salumi vari, ma anche con pesce, specialmente fritto (ideale il merluzzo), costituendo così un possibile secondo.

Abbinamento vino

Per le bombe di pane abbinate al pesce, si consiglia un vino fresco e leggero come il Cortese Frizzante di Volpi, mentre accompagnate al salame, è preferibile un rosso frizzante tipo la Barbera Vivace dell’Oltre Po dei fratelli Valenti di Cicognola.

Varianti

Nell’impasto si può aggiungere formaggio di qualsiasi tipo, a proprio piacere, tritato grossolanamente se di pasta dura, miscelato con il cucchiaio di legno se tenero, o prosciutto cotto, o crudo, o speck, o anche carni varie a piccoli pezzi.

Curiosità e notizie

Passate nello zucchero o ricoperte con miele tiepido costituivano una ricercata merenda per i bimbi di casa.

Scheda dietologica

Questa è una delle tante ricette della tradizione nate per non sprecare il pane, alimento nei confronti del quale abbiamo un legame primordiale religioso e vitale. La riuscita della ricetta dipende dal grasso usato per friggere: lo strutto. Grasso in passato comune ed a buon mercato. Più costoso e meno facile da reperire attualmente. è il grasso che meglio resiste al calore delle frittura. "Le bóombe de páan" forniscono 350 calorie circa a porzione. Detto cremonese: "L’è mèj ’ndàa dal fornèer che dal spesièer". È meglio andare dal fornaio che dal farmacista... tanto per metter le cose in chiaro.

Mangiàa nustràan [4]

 

Links
  1. http://www.dietapuerari.it/index.php?module=Profile&func=view&uname=admin
  2. http://www.dietapuerari.it/index.php?module=Profile&func=view&uname=tez
  3. http://www.dietapuerari.it/index.php?module=Pagine&func=view&prop=Main&cat=10010
  4. http://www.dietapuerari.it//index.php?module=Pagine&func=display&pageid=41
  5. http://www.dietapuerari.it/index.php?module=Pagine&func=display&pageid=47&theme=printer